Templates by BIGtheme NET
Home / Viaggiare nel Mondo / L’Avana, l’anima autentica di Cuba

L’Avana, l’anima autentica di Cuba

 Piazza della Rivoluzione, L Avana, Cuba
Piazza della Rivoluzione, L’Avana, Cuba

Indice:

E venne il giorno in cui Cuba e gli Stati Uniti fecero pace.

Se si pensa che circa 50 anni fa si rischiò la terza guerra mondiale proprio per i dissidi tra i due Paesi, è un miracolo quello portato a compimento tra Obama e il fratello del leader Castro, un accordo che mira a ottimi vantaggi economici … che per Cuba vuol dire anche turismo!

Già gli americani hanno affollato le agenzie chiedendo depliant per l’isola, ex comunista, ma anche molti europei cresciuti nel mito di Castro e Che Guevara vorranno conoscerla meglio.

E allora buongiorno, L’Avana! Cominciamo con la capitale!

Il periodo migliore per visitare L’Avana

Per recarsi a L’Avana (in spagnolo, Habana), regione quasi tropicale, bisogna assicurarsi di non centrare proprio la stagione delle piogge.

E la pioggia, qui, cade da maggio a novembre quasi continuamente.

Considerate anche che tra agosto e novembre su quest’isola si formano diversi uragani… .

Dunque preferite il periodo invernale (il “nostro” inverno) per prenotare il vostro viaggio, da dicembre/gennaio fino ad aprile.

Come arrivare e come spostarsi a L’Avana

Chiaramente, a meno che non vi troviate già sul continente americano e vogliate arrivare a Cuba via mare, dall’Europa l’unico mezzo consigliato è l’aereo.

Per Cuba garantiscono voli le compagnie come Cubana, Condor, Air France, Air Canada, KLM, Iberia e Meridiana ma saranno man mano sempre di più.

Atterrerete all’aeroporto “Jose Martì” e da lì il trasferimento avverrà via autobus (ogni mezzora dalle ore 10 alle 22) o potete sfruttare i numerosi taxi che copriranno lo stesso percorso secondo le vostre esigenze di orario.

Il taxi è il mezzo migliore anche per muoversi in città.

L’Avana non si è ancora riorganizzata, dopo il lunghissimo periodo comunista, e i suoi bus urbani –sebbene coprano benissimo le varie tratte – sono lenti e sovraffollati.

Come taxi, oltre alle auto pubbliche e private, potete provare i ciclo-taxi e gli scooter-taxi.

Affittare a Cuba (auto, biciclette, ecc.) è ancora troppo costoso.

In fondo all’articolo potrai scaricare la mappa della città, per organizzare meglio il tuo viaggio!

L’Avana: cosa vedere

Quasi tutto lo splendore decadente di questa capitale si trova in Habana Vieja (la vecchia Avana), il centro storico risalente al XVI secolo e ai primissimi esploratori spagnoli.

Vi aggirerete tra edifici cinquecenteschi, vicoli ameni, piazze grandiose, incontrando spesso la gente che vive buona parte del proprio tempo per strada.

Da visitare:

La barocca cattedrale dell’Immacolata Concezione

Costruita nel XVIII secolo, la cattedrale patrimonio dell’UNESCO si fa notare soprattutto per le sue forme irregolari: infatti, la torre a sinistra è decisamente più piccola rispetto a quella di destra!

Cattedrale dell Immacolata Concezione, L Avana, Cuba
Cattedrale dell’Immacolata Concezione, L’Avana, Cuba

La Chiesa Ortodossa Russa

Una bellezza unica, e quasi vi sembrerà di stare in Russia piuttosto che a Cuba! Potrete trovarla vicino la piazza di San Francesco d’Assisi.

Inoltre, oltre ad avere la possibilità di visitarla, potrete anche partecipare ad una lezione di russo!

Chiesa Ortodossa russa, L Avana, Cuba
Chiesa Ortodossa russa, L’Avana, Cuba

Il Cimitero Colombo

uno dei cimiteri monumentali più grandi del mondo.

Tra le architetture civili, bisogna assolutamente ammirare:

Il Campidoglio

Tappa “obbligatoria” se siete in viaggio a L’Avana, fu costruita agli inizi del ‘900 imitando quello di Washington, ed inizialmente era la sede dove risiedevano i poteri della città, la Camera ed il Senato.

Dopo la rivoluzione cubana nel ’59,  è diventato Accademia Cubana delle Scienze e della Biblioteca Nazionale delle Scienze e della Tecnologia.

Piccola curiosità: Sotto la cupola del Campidoglio è possibile trovare un diamante da 24 carati (o meglio dire: la copia del diamante: purtroppo l’originale fu rubato) e dal gioiello si usa calcolare la distanza dell’Avana da tutte le altre località!

La Piazza della Rivoluzione

Conosciuta in tutto il mondo dopo la rivoluzione cubana, è una delle più grandi piazze del mondo.

È famosa soprattutto per l’immagine del Che Guevara  con la scritta “hasta la victoria siempre” posta in rilievo sull’edificio del Ministero dell’Interno, ma qui si trovano anche il volto del martire Camilo Cienfuegos sull’edificio accanto al Ministero ed il monumento dedicato a José Martí.

Tra i monumenti, il Cristo de la Habana, e sulla splendida baia l’ottocentesco Castillo del Morro affacciato sull’oceano, Castillo de Punta e la fortezza Cabaña.

Qui visse lo scrittore Ernest Hemingway e si dice bevesse presso un locale ancora esistente e funzionante, il Bodeguita del Medio. Meritano anche i quartieri di Habana Centràl e del Cerro.

 La movida notturna

Se cercate la vita notturna e il divertimento, Internet offre molti annunci soprattutto per “single a L’Avana”, forse perché ancora legati al mito delle belle donne locali.

Ma la città è aperta ad accogliere tutti, anche le coppie e le famiglie, o i gruppi di amici.

L’Avana è il paradiso dei cocktail che non per niente furono inventati proprio qui: soprattutto il daiquiri, che vide la luce per la prima volta a El Floridita, un locale proprio della capitale.

Poi la vita notturna viaggia per i vari club che fanno musica caraibica, ma che non disdegnano di ospitare anche balli e discoteche moderne.

Per il centro di L’Avana i più conosciuti sono locali cabaret come Capri, Parisien, Copa, Caribe. Se cercate un pochino di trasgressione, invece, andate al Tropicana … salsa, ballerine, piume di struzzo e danze provocanti!

Come detto prima, il Floridita o il Bodeguita del Medio sono anch’essi parte della noche capitolina.

Molti viaggiatori consigliano di frequentare le Fiestas, che sono dei “rave party” cubani organizzati all’ultimo istante, spesso corrompendo la polizia locale perché illegali.

Se avrete occhi e orecchie lunghe forse riuscirete a sperimentarli, a uscirne sani e a raccontarlo!

Cibo di Avana

I piatti tipici cubani -e dunque di Avana- sono a base di pesce, o pomodoro o tuberi di ogni genere: c’è la minestra di patate, mais, manzo e pollo che si chiama Ajiaco, o il Fufù (puré di banana con olio e aglio), il Congris di riso e fagioli, o le divertenti e originali Chicharritas, fettine di banana fritte come le nostre patatine!

Informazioni utili

A Cuba si usano due monete, il Peso (per i locali) e il CUC (moneta convertibile per turisti). E’ consigliata la seconda.

Per entrare a Cuba e dunque a L’Avana, il singolo turista deve presentare un passaporto valido e una carta d’identità turistica (fornita dalla compagnia aerea all’aeroporto).

NON sono richieste vaccinazioni ma fate una assicurazione sanitaria prima di partire, per eventuali spese mediche. E informatevi bene sulle malattie tropicali e infettive da puntura di zanzara.

Il fuso orario sull’ora solare è meno 5 ore rispetto all’Italia (se da noi sono le 11 da loro sono le 6).

Le prese di corrente hanno potenza 100V – 60Hz quindi vi serve un convertitore. Gli attacchi sono di vario tipo, ma nel dubbio procuratevi un adattatore.

Download della mappa dell’Avana

Vuoi lasciarti incantare dalle meraviglie dell’Avana senza perderti nella città? Abbiamo riservato per te la mappa della città al seguente link:

Scarica qui la mappa turistica

error: Content is protected !!