Templates by BIGtheme NET
Home / Viaggiare nel Mondo / India, un viaggio incantevole in una delle nazioni più antiche al mondo

India, un viaggio incantevole in una delle nazioni più antiche al mondo

Taj Mahal, regione dell'Agra, India
Taj Mahal, regione dell’Agra, India

 

In parte continente, in parte nazione… la bellissima India, terra di Gandhi, è un sogno che attira da sempre l’europeo.

Storia millenaria ricca di fasti e di orrori che si è incrociata con la severità occidentale dando vita a un Paese pieno di contrasti che diventa sempre più una potenza economica.

Il periodo migliore per visitare l’India

Per visitare l’India vi consigliamo il periodo che va da ottobre a marzo, quando il clima è caldo ma piacevole.

I mesi tra aprile e giugno sono fortemente sconsigliati, perché caratterizzati da un caldo torrido; anche i mesi tra giugno e settembre non sono consigliati, a causa del clima monsonico, caratterizzato da forti venti e grandi piogge.

India: come arrivare e come muoversi

Preferibilmente si arriva in India con l’aereo, anche perché la compagnia di bandiera Indian Airlines copre quasi tutte le tratte del mondo. Gli aeroporti più importanti sono Mumbai e Delhi ma si può atterrare anche a Calcutta.

Si può arrivare in India anche via terra con i bus che la collegano a Iran, Pakistan e Nepal ma le strade sono pericolose.

Dentro l’India ci si muove con aerei locali e treni. Le ferrovie sono ovunque, ottimamente organizzate ma spesso i viaggi in treno sono un’esperienza pesante.

L’auto è sconsigliata, il traffico è fuori da ogni controllo. Invece vi suggeriamo i risciò –a motore e a pedali. Attenti ai furbissimi tassisti!

India: cosa vedere

In India dovete assolutamente sostare davanti al palazzo del Taj Mahal. Questo palazzo-monumento si trova nella regione dell’Agra ed è una delle sette meraviglie del mondo moderno!

Da visitare anche le bellezze della capitale New Delhi, l’affascinante “città rosa” di Jaipur e ovviamente la città “santa” Varanasi.

Da non perdere Mumbai (l’ex Bombay) definita la “Manhattan indiana” e ovviamente il grande fiume Gange e Bhopal, la città “dei 7 laghi”.

Cucina tipica indiana

La cucina indiana è a base di pollo e spezie sopra ogni altra cosa. Esistono alcune differenze tra nord (più legata alla tradizione musulmana che bandisce maiale e alcolici) e sud (cucina indù che esalta pollo, maiale, spezie) ma su tutto dominano il riso e il buon pane.

Molto diffusi anche i legumi, le verdure da orto e i dolci preparati alla maniera orientale e cioè eccessivamente dolci. La spezia che ha reso l’India famosa nel mondo è la curcuma (Curry).

Informazioni utili

Per entrare in India oltre ai documenti di identità, vi servirà il Passaporto valido per 6 mesi dal vostro arrivo e un Visto che si ottiene anche via email e con pagamento online.

Proteggetevi da malattie come malaria, meningite e encefalite giapponese. In India si parla bene e si capisce l’inglese.

Purtroppo, è sconsigliato per le donne girare sole e dare troppa confidenza ai locali, anche se si trattasse di bambini.

error: Content is protected !!