Templates by BIGtheme NET
Home / Viaggiare in Italia / Mantova, un piccolo gioiello racchiuso nel Mincio

Mantova, un piccolo gioiello racchiuso nel Mincio

Mantova vista dall alto, Lombardia
Mantova vista dall’alto, Lombardia

Indice:

Eletta “Capitale Italiana della Cultura 2016”, Mantova è una città non grandissima ma preziosa, abbracciata da quattro laghi (Inferiore, Superiore, Paiolo e di Mezzo) che formano il fiume Mincio.

Il mito della sua fondazione si lega alla profetessa Manto, che la tradizione greca vuole figlia dell’indovino tebano Tiresia e il suo nome è citato nella Divina Commedia in quanto patria di Virgilio, il mentore di Dante.

Passò dagli Etruschi, ai Celti, ai Romani e poi nel medioevo fu possesso di potenti famiglie, come i Canossa e i Gonzaga.

Il periodo migliore per visitare Mantova

Essendo situata in una zona in cui il fiume Mincio crea un lungo lago il clima è molto umido, con le tipiche conseguenze sia estive che invernali.

Il periodo migliore per godere Mantova è quindi l’estate o la tarda primavera, più che le stagioni fredde.

Mantova: come arrivare e come muoversi

Per raggiungerla le soluzioni sono diverse.

In aereo, sono ben sei gli aeroporti vicini alla città (nell’ordine di meno di 200 km) ovvero quelli di Verona, Parma, Brescia, Montichiari, Bologna, Bergamo e Venezia, con relativi mezzi di trasferimento via terra tra autobus, treni o taxi.

In treno, basta poco (45 minuti da Verona e 55 da Modena e da Milano 2 ore) dalle principali città del nord e la stazione centrale dista pochi minuti a piedi dal centro.

Potete usufruire dei convogli Trenitalia e Trenord.

Potete arrivare anche in auto, via A22 (uscita diretta), A4 (uscita Desenzano, Peschiera e Verona Sud) e A1 (uscite Parma e Reggio Emilia).

Mantova è attrezzatissima anche per chi arriva in bici, grazie alle ciclovie, e per i camperisti che possono consultare il sito del comune www.comune.mantova.gov.it .

Per muoversi in città, i consigli dei mantovani e dei turisti sono quelli di usare le biciclette, i mezzi pubblici oppure andare a piedi dato che il percorso pedonale è molto ben curato.

Per noleggiare biciclette chiamate i numeri:  0376 366677, 335 6054958 oppure 0376 220909.

In fondo all’articolo abbiamo riservato per te la mappa della città di Mantova, per non perdere di vista le attrazioni che intendi visitare!

Cosa vedere a Mantova

Mantova è una città d’arte e offre principalmente edifici religiosi.

Le chiese

La chiesa più antica è San Lorenzo, canossiana costruzione del secolo XI con pianta rotonda e situata in basso rispetto alla piazza delle Erbe, ha interni affrescati di matrice bizantina.

Oltre a questa chiesa, da vedere sono certamente la basilica cattedrale di San Pietro, rimaneggiata più volte e attualmente con facciata settecentesca ma di base una costruzione risalente a inizio XV secolo.

Poi Sant’Andrea dove lavorarono Leon Battista Alberti e Filippo Juvarra e molteplici altre…

Il Palazzo Ducale

Impossibile non visitare il Palazzo Ducale, una vera e propria reggia che per estensione è seconda solo al Vaticano.

Si tratta infatti di una sorta di “città nella città” che comprende giardini, cortili, edifici e opere d’arte inestimabili.

Per entrare a visitarlo si pagano diversi tipi di biglietto: per visitare tutto, compresi i musei, il costo intero è 12 euro –ridotto 7,50; per la sola Corte Vecchia si paga 6,50 intero e 3,25 ridotto; il biglietto integrato Palazzo Ducale più Museo Archeologico costa 13 euro prezzo unico mentre la sola Camera degli Sposi è 1 euro (10 per le scuole e 20 gruppi organizzati).

Potete fare anche un biglietto annuale valido 365 giorni che vi costerà 29 euro.

Però se sottoscrivete la Mantova Card  potrete accedere all’edificio e alle mostre temporanee a soli 5,50 euro. Si entra da martedì a domenica dalle 8:15 alle 19:15.

Palazzo Ducale, Mantova, Lombardia
Palazzo Ducale, Mantova, Lombardia

 

Da vedere anche il Palazzo del Tè (1525), o l’antichissimo Palazzo del Podestà o “del Broletto” risalente al 1227 e la Casa di Mantegna per riscoprire il privato del grande pittore o la Casa di Giulio Romano.

Altri monumenti interessanti sono le torri (Torre dell’Orologio)  e il Ponte dei Mulini.

I monumenti mantovani sono talmente tanti che nemmeno sul sito del Comune sono riportati tutti.

In ogni caso, proprio grazie all’elenco stilato su questo sito potrete trovare selezionati i più interessanti secondo il punto di vista della gente del luogo.

Vivere Mantova di notte

Mantova, città di cultura.

Per godervi i suoi numerosi teatri non avrete che l’imbarazzo della scelta tra lo Scientifico Bibiena, il Sociale, L’Arco o il Teatro Minimo e l’Ariston.

Se cercate divertimenti per giovani, le discoteche e i pub non mancano (la più famosa è “Mascara”) mentre tra i locali notturni più amati c’è il “Charlie’s” che spesso organizza anche serate con artisti di alto livello.

Il locale “Chiringuito” invece è adatto a tutte le età e a tutti i gusti, dal ventenne scatenato alla coppia di sessantenni.

La città comunque vive in modo ordinato ed elegante anche la propria movida, dunque non aspettatevi follie.

Cucina tipica

La cucina tipica di Mantova è molto godereccia!

I banchetti sono perfino dipinti negli affreschi dei suoi palazzi e certamente non mancano gli alimenti genuini per riproporli ancora oggi.

A Mantova non mancano mai in tavola i ciccioli di maiale (qui chiamati grèpole), né le fettine di polenta abbrustolita spalmate di aglio e lardo!

Si può proseguire poi con i primi a base di polenta, che è la regina assoluta del cibo locale.

Tra i salumi ricordiamo il salame all’aglio o lo zampone con le lenticchie che ormai conosciamo tutti per le feste di Natale.

La frutta mantovana è il melone, qui prodotto in grandi quantità. Il comune di Mantova propone una pagina apposita (https://www.mantovastrada.it/ ) per scoprire altre deliziose bontà.

Download della mappa della città di Mantova

Sarà anche un piccola città, ma il rischio di perdersi è sempre dietro l’angolo! Noi di viaggiainformato.com ti diamo la possibilità di poterti scaricare la mappa della città al seguente link:

Scarica qui la mappa turistica

error: Content is protected !!