Templates by BIGtheme NET
Home / Viaggiare in Europa / San Pietroburgo, ricca di storia e di arte

San Pietroburgo, ricca di storia e di arte

Peterhof, San Pietroburgo
Peterhof, San Pietroburgo, Russia

Indice:

Fondata nel Settecento da Pietro Il Grande, la seconda città della Russia per dimensioni e popolazione, conta oggi 5 milioni di abitanti.

E’ anche il porto più importante della nazione, che si allarga sul delta del fiume Neva.

Ha un passato da capitale, quando la Russia fu un impero, e qui vissero molti Zar.

Cambiò nome nel 1924 quando fu chiamata Leningrad in onore di Lenin, che proprio in quell’anno era morto, ma il nome tornò ad essere San Pietroburgo grazie a un referendum del 1991.

Il periodo migliore per visitare San Pietroburgo

Città che potrebbe risultare poco invitante, forse, come meta turistica per via del clima e della lontananza ma sicuramente vale la pena di visitare questa metropoli, forse unica a queste latitudini.

Inutile dire che per visitarla il periodo migliore sono i tre mesi estivi, giugno, luglio e agosto.

Troppo incerto o troppo rigido il clima in altri momenti dell’anno.

San Pietroburgo: come arrivare

Roma, Milano e Venezia hanno collegamenti diretti aerei con l’aerostazione di San Pietroburgo situata a 16 km di distanza dal centro ma ottimamente servita dalle navette gratuite.

L’aereo è certamente il mezzo più logico e rapido per raggiungere questa fredda città, ma qualsiasi mezzo di trasporto trova qui un approdo ben servito.

A San Pietroburgo si arriva pure in nave, con collegamenti diretti dalla Finlandia.

Potete arrivare anche in treno, partendo da Venezia e via Vienna e Berlino. Da Mosca i collegamenti ferroviari arrivano dal sud e dall’est.

In auto o pullman sempre partendo da Venezia o si segue la via di Vienna e Berlino oppure si passa da Lubiana, Maribor e Budapest.

Come spostarsi in città

In città, i trasporti urbani sono efficienti sebbene gli autobus si affollino facilmente.

Sono comunque puntuali e rapidi, anche se gli abitanti locali amano di più usare la metropolitana che ha ben 5 linee ed è la seconda, in Russia, dopo Mosca.

Costa circa 25 rubli per tratta e il biglietto è disponibile anche in forma di abbonamento.

In fondo all’articolo potrete trovare la mappa della linea metropolitana e della città di San Pietroburgo, così potrete organizzare il vostro viaggio nel migliore dei modi!

San Pietroburgo: cosa vedere

Le tante chiese spettacolari di questa città, chiuse per tanto tempo, oggi tornano alla loro gloria di un tempo e all’ammirazione dei turisti.

I palazzi nobiliari e imperiali, testimoniano il luogo di grande cultura in cui vi trovate.

San Pietroburgo da sola conta una immane quantità di ricchezze d’arte, cosa che la pone ai livelli e anche più di città come Firenze o Parigi!

Solo elencandone alcune si capisce che grande patrimonio si trovi in questa città:

Il Palazzo d’Inverno

Sorge a Piazza del Palazzo, nel cuore della città. Fu, fino al 1917 (fino al periodo della rivoluzione d’ottobre) la dimora degli zar.

Impossibile non innamorarsi della sua suggestiva architettura:  che ci sia il sole oppure la neve, il Palazzo d’Inverno è una bellezza imperdibile!

Palazzo d Inverno, San Pietroburgo
Palazzo d’Inverno, San Pietroburgo, Russia

Il Museo Hermitage

Situato all’interno del Palazzo d’Inverno, l’Hermitage è tra i musei artistici più ammirati al mondo, e non solo dagli amanti dell’arte.

Il motivo è evidente: all’interno del museo potrete trovare opere dei più famosi artisti di tutti i tempi, come Leonardo da Vinci,  Paul Cézanne, Claude Monet e Vincent Van Gogh!

L’Hermitage è davvero enorme, difatti non basterebbe un’intera giornata per poterlo visitare; al suo interno troverete reperti artistici dell’arte preistorica ed egiziana, ma anche opere mozzafiato dell’antichità classica e dell’intramontabile rinascimento italiano.

E ancora, si viaggia ammirando le bellezze dell’arte spagnola e fiamminga, per poi arrivare alla ricchissima esposizione di opere del periodo impressionista. Ricca esposizione anche ad opere dell’arte orientale.

Il Palazzo d’Inverno e l’Hermitage sono visitabili tutto i giorni dalle 10:30 alla 18:00, ad eccezione del mercoledì, i quali rimarranno aperti fino alle 0ore 21:00.

Bisogna precisare, però, che il lunedì, il primo gennaio ed il 9 maggio (giorno in cui si celebra la Giornata della Vittoria) sono chiusi!

Il biglietto per visitare sia il Palazzo che il museo è di circa € 11 (600 rubli), prezzo decisamente accessibile per la maestosità delle architetture, ma si può avere la possibilità di entrare gratis il primo giovedì di ogni mese e se si è studenti.

La danza di Matisse, Hermitage, San Pietroburgo
La danza di Matisse, Hermitage, San Pietroburgo, Russia

La famosa “Prospettiva Nevski”

È il viale più significativo di San Pietroburgo, dove sorgono non solo chiese, ma anche negozi, teatri, cinema e locali che lo hanno reso una delle strade più importante e frequentate della città.

Piccola curiosità: Franco Battiato ha addirittura dedicato una canzone a questa splendida via!

La cattedrale S. Isacco

Ultima architettura neoclassica che fu costruita a San Pietroburgo, è una delle opere più sfarzose della città.

Il suo tratto distintivo è la sua cupola dorata, una delle più grandi al mondo (dopo la cupola del Brunelleschi a Firenze e quella della Basilica di San Pietro a Città del Vaticano); la vista dalla sua cima è unica, perché potrete ammirare non solo la città, ma meravigliarvi anche alla vista del golfo di Finlandia!

Cattedrale di Sant Isacco, San Pietroburgo
Cattedrale di Sant’Isacco, San Pietroburgo, Russia

La seconda cattedrale detta Kazan

Deve il suo nome alla Madonna di Kazan, una delle figure più amate del paese.

Si può certamente notare la grande somiglianza con la nostra Basilica in Vaticano, infatti è da essa che prende ispirazione.

La cattedrale ha subito varie “violenze”: in principio, l’architettura che si presenta  ai nostri occhi non è come da progetto; infatti, si prevedeva la costruzione di un secondo colonnato ma, prima per mancanza di fondi, poi per mancanza di spazio, ciò non avvenne.

In seguito, dopo la rivoluzione d’ottobre, fu privata di tutti i suoi beni e rimase chiusa per molto tempo.

Soltanto negli anno ’90 la cattedrale si riappropriò della sua funzione.

Nonostante tutto, è impossibile non rimanere incantati dal Kazan!

Cattedrale di Kazan, San Pietroburgo
Cattedrale di Kazan, San Pietroburgo, Russia

 

E non finisce qui! Musei di ogni genere (Casa Museo Puskin, Casa Dostoevskji, Museo dell’Assedio di Lepanto).

Potete anche passare del tempo sulla grande isola Vasilyevski dove sono stati eretti altri importanti musei tra cui il Museo dell’Arredamento, e ancora l’Accademia di Belle Arti.

Da visitare anche la Fortezza dei Santi Pietro e Paolo che custodisce tombe importanti come quelle dei Romanov e dello stesso fondatore Pietro Il Grande.

Vivere San Pietroburgo di notte

San Pietroburgo, nelle notti d’estate, non vede mai buio né mai riposo.

Il sole non tramonta se non per pochi minuti, la luce regna ovunque, dunque si parla di vere e proprie “notti bianche” e con tante ore a disposizione le cose da fare non mancano mai.

Fittissimo il calendario degli eventi culturali e spettacolari, specialmente in estate quando la “notte” di qui ospita anche “Il festival delle Stelle” e il  “Festival internazionale Collezione Musicale”.

Quel che si cerca in queste notti speciali è buona compagnia, buona birra e tanti locali in cui divertirsi. Tutte cose che troverete all’ombra delle guglie ortodosse di questa metropoli.

Cosa mangiare a San Pietroburgo

La cucina di San Pietroburgo è la cucina tradizionale russa, condita però con alcuni tocchi di modernità.

Gli antipasti a base di pesci affumicati o salati (aringa, salmone, storione), carne fredda, funghi e  insalate,vengono accompagnati dalle frittelle di farina con panna acida chiamate blini.

Come primo vanno moltissimo le zuppe di verdure o di brodo di carne o pollo, anche queste servite spesso con la panna, acida o normale.

Potete provare la solyanka, ricetta a base di carne, cetrioli sott’aceto, olive, pepe e spezie.

Oppure secondi a base di carne bollita o arrosto, pesce arrosto con contorno di “kaša, ovvero grano saraceno bollito. E ancora i gustosi pelmeni e  i golubtsi.

I dolci del nord di solito sono ricchi per dare il massimo delle energie e tra quelli russi syrniki, focaccine di ricotta con zucchero, uova e farina cotte e poi guarnite con marmellata o miele.

Su tutto si beve vodka o lo kvas, analcolica fermentata da grano e orzo. O la medovucha, a base di miele o ancora ottime birre locali.

Informazioni utili

In Russia la valuta è il Rublo.

Per entrare in Russia occorre il passaporto in regola, un visto di ingresso valido 30 giorni e un Invito di ambasciata o consolato che si ottiene presentando polizza di assicurazione sanitaria, o qualche invito da enti o associazioni russe, e la fototessera.

La Russia richiede vaccinazioni contro difterite ed epatite.

Il fuso orario è un’ora in più rispetto all’Italia.

Le prese di corrente hanno lo stesso voltaggio italiano e possono essere tipo C e tipo F.

Download della mappa della città di San Pietroburgo

Per il tuo viaggio a San Pietroburgo, abbiamo pensato che ti possa servire una mappa della città e della linea metropolitana per muoverti con facilità!

Scarica le mappe ai seguenti link:

Scarica qui la mappa turistica

Scarica qui la mappa della metropolitana

error: Content is protected !!