Templates by BIGtheme NET
Home / Viaggiare in Italia / Milano, la metropoli che sorprende sempre

Milano, la metropoli che sorprende sempre

Castello Sforzesco, Milano, Lombardia
Castello Sforzesco, Milano, Lombardia

 

Indice:

Viene difficile parlare di Milano turisticamente. La sua fama è quella di città laboriosa, industriale, economica, impegnata. Nessuno spazio per il relax, nessuno spazio per il divertimento.

Ma in realtà anche Milano ha un’anima turistica interessante e nel corso degli anni sono milioni le persone che hanno potuto apprezzarla.

La capitale della Lombardia è in grado di accogliervi sotto ogni prospettiva culturale e artistica: c’è la Milano antica, quella medievale, quella moderna e dei musei.

C’è la Milano da vivere, da godere e … “da bere” come diceva un noto spot tempo fa.

Quando visitare Milano

Il periodo migliore per vedere Milano è tra marzo e maggio.

L’estate è un po’ da evitare per via del caldo che si mescola allo smog e che a volte rende l’aria davvero irrespirabile.

Anche dicembre è un bel mese, non solo per le feste (che qui cominciano con S.Ambrogio) ma anche per il lato economico della cosa, con i saldi invernali.

Come arrivare a Milano e come muoversi in città

Nessun problema per i collegamenti.

Milano è il centro dell’Europa, e con due aeroporti (Malpensa e Linate), collegati al centro rispettivamente dai bus della linea Malpensa Shuttle e dall’ATM bus 73.

Da Malpensa possibile anche il collegamento con i trenini di Ferrovie Nord, e con una famosissima stazione centrale non avrete alcun problema di spostamento.

Se venite in auto usate le autostrade A1 (da Bologna), A4 (da Torino), A7 se venite da Genova e A8 da Como.

Dovrete poi raccapezzarvi sulle tre circonvallazioni che circondano la metropoli per i vari quartieri a cui siete destinati.

Una volta in centro, potete muovervi liberamente con l’efficientissima metropolitana, con i tram, i bus urbani.

Potete anche affittare biciclette e moto-scooter, chiamando ai numeri 02/67072145 (bici) oppure 02/3082430 (scooter) oppure ancora affidarvi ai Taxi (numero principale: 02/4040).

In fondo all’articolo, abbiamo riservato per voi la mappa della città e la mappa della linea metro, per godervi il vostro viaggio a Milano in totale serenità!

Cosa vedere a Milano

Milano offre talmente tanto e su così ampio spazio che la maggior parte dei siti, incluso quello del Comune, preferiscono suggerire itinerari più che elenchi.

Si può partire consigliando, ad esempio, i quartieri più “turistici” come Duomo, dove oltre alla famosa e bellissima cattedrale potrete girare luoghi come piazza San Babila, corso Vittorio Emanuele e il castello Sforzesco (quest’ultimo aperto tutti i giorni ore 7-19:30 ma il lunedì non è possibile visitare i musei; biglietto 5 euro, ridotto 3, cumulativo 12; ingresso libero possibile durante alcuni giorni del mese segnalati sul sito milanocastello.it).

Altro quartiere turistico è Magenta-S.Ambrogio, che copre una serie di monumenti medievali risalenti a prima dell’anno Mille e fino a tutto il 1500, tra cui la chiesa del santo patrono, la chiesa di S.Maria delle Grazie e la Milano antico-romana.

A Brera, invece, troverete tutti i luoghi di arte e cultura, scienza e pittura concentrati in una zona che un tempo era aperta campagna e oggi uno dei quartieri più raffinati della città.

Corso Buenos Aires è il cuore pulsante della moda e dello shopping, la zona perfetta per chi ama il bello, il lusso e l’originale… nomi come corso Venezia o via Montenapoleone parlano da soli!

Da quando ha chiuso i battenti, lo scorso anno, un altro luogo turistico per eccellenza è la EXPO 2015 o quel che rimane della grande esposizione commerciale che ha reso per un anno Milano il centro del mondo.

Il Duomo e la “Madunina”

Duomo, Milano, Lombardia
Duomo, Milano, Lombardia

Tra il 1386 e il 1447 vengono avviati i lavori della “veneranda fabrica” di quella che sarebbe divenuta la chiesa più grande e più bella di Milano.

Il duomo, dedicato a Santa Maria Nascente, viene tirato su, rimaneggiato e completato nell’arco di quattro secoli con il completamento della facciata avvenuto alla fine del XIX secolo.

La famosa “Madunina” in cima alla guglia più alta fu sistemata nell’anno 1774: la statua, di grandi dimensioni, è costituita da lastre di rame dorate su scheletro di ferro, oggi sostituito con uno di acciaio inossidabile.

Visitare il Duomo non è semplice perché si tratta di un complesso museale con esterni e interni e il biglietto, così come gli orari di apertura, cambiano a seconda di cosa e quando volete visitare.

In generale la chiesa è aperta e fruibile tutti i giorni e per tutto il giorno, sebbene non si vada quasi mai oltre le ore 19. Cambiano giornate e orari a seconda se volete visitare solo la chiesa, i musei annessi, i tetti e così via.

I biglietti costano: 2 euro per l’interno, 9 euro (ridotto 4,50) per le terrazze a piedi ma se usate l’ascensore si sale a 13 euro (ridotto 7), mentre l’area archeologica costa 6 euro (ridotto 3).

Potete fare anche dei biglietti cumulativi come la Duomo Pass, che varia di prezzo a seconda del percorso (per dettagli ulteriori visitate il sito http://www.duomomilano.it/it/infopage/orari-e-biglietti/ ).

La movida serale della città

La vita notturna di Milano fa rima con un quartiere su tutti: i Navigli.

Dalla Darsena seicentesca, ottimo esempio di porto fluviale urbano, e lungo i canali del Naviglio Pavese si sviluppano tutti i locali alla moda e della buona musica, dove si mangia e ci si diverte fino all’alba.

I migliori ristoranti e pub li trovate anche in zona Porta Garibaldi e le serate per scatenarsi all’ennesima potenza dovete viverle all’Idroscalo.

Tanti i ritrovi per i giovani, ma anche per gli amanti del Jazz e dello spettacolo in generale.

A Milano non mancano di certo teatri e cinema, anche per un pubblico che preferisce la cultura alla movida: per avere notizie dettagliate su ogni serata visitate  http://www.teatro.it/spettacoli/teatri/milano .

Non mancano nel panorama milanese tanti siti web che, all’occorrenza, entrano in dettaglio per dare ottimi consigli turistici.

Ne citiamo soltanto due su un gran numero: www.turismo.milano.it   oppure www.milanotour.eu .

Cosa mangiare a Milano

Cosa volete mangiare a Milano se non la classica polenta e l’ancor più classico risotto?

Sono queste le basi di una cucina che affonda le proprie origini fino ai tempi di celti e romani!

La polenta si può condire con tutto quel che volete, dal sugo alla carne al pesce alle semplici verdure.

Il risotto milanese è ovviamente quello con lo zafferano, al massimo potete aggiungere dei funghi, e fa concorrenza a un altro primo locale: il minestrone, ricchissimo di verdure e cereali secondo una tradizione che risale agli imperatori romani.

Per secondo dovete per forza assaggiare l’ossobuco o la rinomata cotoletta (“alla milanese”, appunto).

Ma merita considerazione anche il ricco piatto della cassoeula con vari tagli di maiale e verza, e certamente la Cervella. Il nome non vi inganni, infatti questo salume speciale di cervello non ne contiene nulla, o solo in minima parte in alcune ricette.

Nasce invece come “consolazione” per i poveri che non potevano permettersi le cervella e quindi mangiavano un insaccato di carne di maiale che vi somigliava!

Al momento del dolce, anche se non è Natale, provate comunque il Panettone, inventato qui molti anni fa (pare che il nome derivi dal suo inventore, Pan del Toni, sebbene la storia insegni che il  nome non indica altro che una grossa forma di pane dolce, appunto un “panettòn”).

Un “dolce” particolare è invece la Torta Milanese, che si fa mescolando carne magra bollita o arrostita in precedenza con colate di cioccolata, pinoli e uva sultanina, il tutto inserito tra due strati di pasta sfoglia e infornato.

Milano non è rinomata per i vini, ma qualcosa di buono potete ordinare anche qui: il San Colombano di Lodi.

Per il resto, se volete bere davvero drink di qualità partecipate al rito dell’aperitivo!

Download della mappa della città e della metro

Per il tuo viaggio a Milano, abbiamo pensato che ti possa servire una mappa turistica e una mappa della linea della metropolitana per muoverti con facilità! Scarica le mappe ai seguenti link:

Scarica qui la mappa turistica

Scarica la mappa della metropolitana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!